Un mostro elettrico da 412 km/h

10 marzo 2018, RDL

Rimac C_Two. Quattro motori elettrici, per un totale di 1914 CV e 412 km/h

È Croata la Rimac, ed è conosciuta grazie alla Concept One, una delle primissime supercar elettriche. L’erede di quell’auto si chiama Rimac C_Two, in mostra in anteprima al Salone dell’automobile di Ginevra, dove ha fatto furore. Quattro motori elettrici (uno per ogni ruota) che sviluppano ben 1914 CV e 2300 Nm di coppia. Da 0 a 100 km/h 1,18 secondi dichiarati, 11,8 secondi per l’accelerazione da 0 a 300 km/h e una velocità massima di 412 km/h. Con 150 esemplari di produzione previsti, aggiudicarsela sarà un vero privilegio.
Una batteria da 120 kW, dovrebbe garantire 650 km di percorrenza, a condizione che non la si tiri al massimo. In quel caso può percorrere circa 40 km. Un telaio ultraleggero monoscocca in fibra di carbonio e un evoluto software per la gestione della potenza, chiamato R-Awtv.

ELETTRONICA HI-TECH

Dodici sensori ad ultrasuoni, otto telecamere, sei radar e un laser per la guida pilotata. Queste dotazioni sono talmente evolute che la Rimac sostiene di poter garantire la guida automatizzata di livello 4, quella cioè in cui il guidatore può disinteressarsi di volante e pedali. Sistema per il riconoscimento del volto al posto della chiave di apertura, completano il quadro per questa meraviglia elettronica.