L’auto elettrica “made in Bari”.

L’auto elettrica “made in Bari”, costa 10.000 euro e percorre 200 km con una ricarica.

Il prototipo della mini car made in bari è un quadriciclo pesante con motore elettrico promosso dalla Tua Industries. La società fa capo al fondo di investimento americano LCM (Lev Capital Management), subentrata con la Om Carrelli di Modugno (Bari).

Ha realizzato e presto partirà con la produzione , un veicolo in grado di percorrere 200 km con una sola ricarica elettrica. Il costo dovrebbe aggirarsi a poco più di 10.000 euro.

Presentata alla  Fiera del Levante in anteprima assoluta, il quadriciclo più leggero sul mercato, l’unico a quattro posti realizzato con tecniche costruttive avanzate. Ci sono ancora difficoltà perché si tratta di mandare a regime una produzione che non è semplice e che ha bisogno di una importante capitalizzazione.

L’auto elettrica “made in Bari”

Progetto Ambra

il nome si ispira al primo materiale conduttore di elettricità scoperto dal greco Talete, l’ambra appunto.

Il quadriciclo è una city car ad Emissionizero totalmente elettrica, con una batteria da 16kw e un’autonomia di 200km e connessione continua con lo smartphone. La batteria si ricarica in circa 8 ore, dal momento che ha a bordo un caricabatterie da 2,2 kilowatt.

Leggi anche – Auto elettrica usata, conviene?

La produzione potrebbe partire con circa 6mila esemplari nel 2018 per arrivare a 25mila a regime e, secondo indiscrezioni, il prezzo finale dovrebbe aggirarsi attorno ai 10 mila euro. Una bella notizia se si considera che il mercato delle auto elettriche in Italia, anche se lentamente in crescita, è ancora decisamente troppo limitato proprio dai prezzi alti dei veicoli, oltre che dalla limitatezza delle infrastrutture di ricarica e dai tempi lunghi di ricarica.

Un futuro 100% Rinnovabile è possibile!

Seguici su Facebook

HOME PAGE 

EMISSIONIZERO Monza, Risparmio Energetico, Pannelli Solari, Impianti fotovoltaici, Caldaie Elettriche, Pompe di Calore, Efficientamento, Energie Rinnovabili,  Detrazioni fiscali 2018, Emissioni Zero, Emissionizero