La Nazione di Plastica

RDL

Al Gore, Ex vice presidente Usa e Nobel per la pace nel 2007 è il suo primo cittadino. Ma sono centinaia di migliaia le persone che ne hanno chiesto il passaporto alle Nazioni Unite.

È la nascita del 196° Stato?

La grande isola di Plastica del pacifico è una triste realtà. Oltre 700 chilometri quadrati, più del doppio dell’Italia!!!

 

 

Meglio conosciuto come “Pacific Trash Vortex”, un immenso vortice di “Plastica”, frutto dei rifiuti umani formatosi nel centro del Pacifico grazie anche ad un insieme di correnti e maree, è diventata col tempo una vera e propria isola. Da qui la richiesta dell’organizzazione ambientalista “Plastic Oceans Foundation”, che appellandosi alla convenzione sui diritti e doveri degli stati, ne ha giustificato la legittimità.

Al di là dell’azione provocatoria, la denuncia svela tutta una serie di risvolti raccapriccianti che coinvolgono l’intero ecosistema, esseri umani compresi.

Le testimonianze “visibili” sono sconcertanti, l’intera fauna marina e volatile se ne ciba ritenendola commestibile, e questo provoca conseguenze strazianti, da tartarughe aggrovigliate in agglomerati galleggianti a volatili soffocati da quello che ritenevano cibo. Ma le conseguenze peggiori, come sempre, sono quelle “non visibili”. L’azione dei raggi UVA sulla plastica alla deriva, la scompone in micro particelle di cui si nutre direttamente il plancton, alla base dell’intera catena alimentare. Ciò significa, che seppur involontariamente, ce ne stiamo cibando anche noi. Ora!

 

Seguici su Facebook