Fotovoltaico: con Pompa di calore conviene

07 Marzo 2018, Raffaele De Luca

Qual è l’impianto ideale per la mia abitazione?

La “vera competitività” del solare è la percentuale di energia solare direttamente autoconsumata. Perché consente di ridurre/eliminare i prelievi dalla rete e, quindi, pagare bollette meno care o eliminarle totalmente.

Considerando anche il valore del surplus elettrico ceduto alla medesima rete, il valore complessivo del solare FV così definito (autoconsumo + surplus immesso-venduto), va confrontato con il prezzo di mercato dell’elettricità, ma solo con la parte variabile della bolletta, quindi senza contare i costi fissi mensili-annuali che non possono essere eliminati.

Per arrivare a questo bisogna andare off grid (fuori rete), cioè diventare totalmente autonomi.

Bisogna però considerare il costo di un impianto off grid, perché necessita di un sistema di accumulo (batterie) che raddoppia (quasi) il costo del nostro impianto.
Per saperne di più clicca qui (Sistemi di accumulo)

Quindi bisogna ragionare fuori dagli schemi, e soprattutto dallo schema.
Cioè quello di far produrre più energia possibile agli utenti con i propri impianti, per poi rivendergli la materia/energia prodotta sotto forma di costi di gestione.

Leggi anche – Off Grid per uscire dallo schema

Sfruttare a pieno le potenzialità di un impianto fotovoltaico, anche per riscaldare la casa in inverno, di fatto elimina i costi di riscaldamento riducendo del 90% la bolletta di energia elettrica, il che ci mette a disposizione un budget notevole, ma soprattutto rende alla portata di tutti tale cambiamento.

Fotovoltaico: con Pompa di calore conviene

La pompa di calore più conosciuta, emette calore da uno split sotto forma di aria calda.
Il che potrebbe non essere sufficiente a riscaldare i nostri ambienti negli inverni più rigidi.

La pompa di calore ad acqua  è meno conosciuta, ma indubbiamente più produttiva.
Si collega direttamente all’impianto dii riscaldamento e all’impianto idrico per acqua sanitaria. Può sostituire in tutto e per tutto la classica caldaia a gasolio o metano per il riscaldamento a caloriferi.
Di fatto anche senza impianto fotovoltaico, consuma meno in termini economici. I modelli più grandi, alimentano Hotel e condomini.

Pompa di calore ad acqua per riscaldamento

Se da 1 Mt cubo di gas si ottengono 8 kW Termici e da 1 kWh elettrico si ottengo 4 Kw Termici. il che significa che con 1 euro di gas produco 8 kW Termici e con 1 euro elettrico ne produco 16, dimezzando i costi della spesa.
Integrata ad un impianto FOTOVOLTAICO abbatte considerevolmente i costi di energia, e l’installazione gode del 65% di Detrazioni Fiscali.
Per saperne di più clicca qui (la pompa di calore)

Un futuro 100% Rinnovabile è possibile!

Seguici su Facebook

EMISSIONIZERO Monza– Risparmio Energetico, Pannelli Solari, Impianti fotovoltaici, Caldaie Elettriche, Pompe di Calore, Efficientamento, Energie Rinnovabili,  Detrazioni fiscali 2018, Emissioni Zero, Emissionizero

HOME PAGE