Auto elettrica usata, conviene?

 06 Marzo 2018, Raffaele De Luca

Un’automobile usata ha sempre un prezzo vantaggioso, a discapito dell’affidabilità. La regola vale anche per quelle elettriche, ma ci sono altri valori da considerare.

Un automobile elettrica,  ha indubbiamente il vantaggio di consumare ed inquinare meno, ma il prezzo di acquisto iniziale  è ancora molto alto. L’automezzo del futuro però, ha già un mercato dell’usato, stesse regole stessi vantaggi stessi svantaggi, con alcune eccezioni però.

Pro e Contro

Un automobile ad Emissionizero, anche se usata ha tutti i vantaggi di una nuova.

Punto di forza per eccellenza sono i consumi e la manutenzione. Un motore elettrico consuma pochissimo in termini economici e non ha praticamente manutenzione.

Ha l’esenzione del bollo, può circolare anche durante i blocchi della circolazione, ha accesso a più aree nei centri storici, ed in alcune città può parcheggiare sulle strisce blu gratuitamente.

Auto elettrica usata, conviene?

Manca però una rete capillare di rifornimento, il che la rende poco idonea ai lunghi viaggi, e le batterie, fattore che alza molto il prezzo di acquisto del nuovo, non durano in eterno. Le batterie hanno cicli di ricarica garantiti ma limitati, quindi è un aspetto da valutare e controllare attentamente. In oltre l’autonomia rispetto al nuovo è indubbiamente inferiore, considerando che è una tecnologia in piena evoluzione.

Regole di acquisto

Va considerato che è un mercato in forte crescita, quindi non è facile trovare dell’usato di qualità, per il resto le regole di acquisto sono sempre le stesse.

Capire cosa spinga un automobilista a disfarsi di un acquisto così oneroso e recente, è molto importante, in oltre il risparmio sulla spesa iniziale potrebbe non essere molto vantaggioso, abbiamo visto che le batterie sono un fattore fondamentale nel prezzo delle auto elettriche, e per questo hanno una svalutazione molto più lenta delle auto a carburante.

Auto elettrica usata, conviene?

Prima di acquistare un veicolo elettrico poi bisogna considerare la ricarica. Bisogna predisporre una colonnina di ricarica a casa (consigliabile),  individuarne una vicina al posto di lavoro, e accertarsi che la zona dove ci si sposta abitualmente ha una rete di colonnine.

Anche le percorrenze vanno valutate. A meno di particolari occasioni, un’auto elettrica acquistata due anni fa è decisamente meno potente e vantaggiosa di una uscita quest’anno.

Un futuro 100% Rinnovabile è possibile!

Seguici su Facebook

HOME PAGE 

EMISSIONIZERO Monza, Risparmio Energetico, Pannelli Solari, Impianti fotovoltaici, Caldaie Elettriche, Pompe di Calore, Efficientamento, Energie Rinnovabili,  Detrazioni fiscali 2018, Emissioni Zero, Emissionizero